"Dare forma alla propria realtà "

Quante volte, quando dobbiamo esporci davanti ad un pubblico, ai propri colleghi, davanti ad una telecamera in live o semplicemente con un microfono in salotto, sentiamo questo pesante senso di ansia? Si certo, magari basta leggere quello che abbiamo scritto ed è fatta, ma come lo stiamo leggendo? E se non avessimo un canovaccio da seguire? Chi ci ascolta si annoia, non ci capisce o magari non sente proprio? E come faccio a farmi sentire senza urlare o esagerare?

Tutte queste domande sono generalmente scaturite da una mancanza di base di sicurezza, elemento che può essere acquisito tramite esercizio e comprensione dello strumento d’eccellenza della divulgazione: La Voce. Master Voice offre un servizio di lezioni personali a tutte quelle persone che vogliono comprendere e migliorare il proprio strumento vocale al fine di risultare efficienti in qualsiasi attività che coinvolga l’esposizione e l’interpretazione di un testo scritto o immaginario come:

Struttura del "Corso"

Potreste avere notato le virgolette alla parola “corso” e il motivo è semplice: non tutti hanno le stesse esigenze e magari c’è bisogno di lavorare di più su un aspetto piuttosto che un altro. Pertanto, la struttura delle lezioni sarà organizzata in base alle necessità del singolo individuo e comprenderà degli esercizi quotidiani per poter rendersi poi autonomi nel miglioramento personale al fine di raggiungere i propri obiettivi. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa offre Master Voice:

1. Cosa vuol dire "Voce"?

Dal respiro alla riproduzione vocale vi è un mondo inesplorato e, spesso, ignorato. Ci si concentrerà, pertanto, nello studio e esercizio dei vari elementi anatomici (come il diaframma, la laringe e le corde vocali), in modo da non affaticare la voce e renderla efficace e adatta al nostro lavoro.

2. Pésca o Pèsca

La dizione non sta simpatica a molti, e per alcuni potrebbe non essere necessario apprenderla. Tuttavia, conoscerla è un modo in più per risultare efficienti e comprensibili in base al tipo di lavoro richiesto e, di sicuro, aiuta a dare anche maggiore credibilità alla vostra figura professionale nelle fasi di presentazioni.

3. Sfidare noi stessi

A chi non è capitato di sentire quella sensazione d’ansia maledetta che porta inevitabilmente a deconcentrarci o a non eseguire bene il lavoro? a me capita ancora adesso ma ci sono diversi  modi per controllarla e “sfruttarla” a nostro piacimento. Il processo è molto soggettivo, pertanto si analizzeranno diversi metodi che ho potuto apprendere  nei vari corsi teatrali per strutturare il vostro metodo di controllo personale e poterlo applicare in qualsiasi lavorazione.

4. Interpretazione

Finalmente si arriva nella parte in cui si da la risposta al “come”? ossia come poter regalare e trasmettere quella particolare sensazione e interpretazione a chi ci sta ascoltando. Si andrà nel dettaglio nell’uso dei testi, nel comprendere cosa nascondono le parole scritte o che decidiamo di usare, quali pause enfatizzare e come scaturire le emozioni che vogliamo portare nella nostra esecuzione.

Contattami ora!

Contattami ora per iniziare il tuo percorso!